Imparare l’Inglese giocando

Il metodo d’insegnamento è creato appositamente per migliorare la conoscenza dell’Inglese in un ambiente intensivo. L’insegnante pone costantemente domande: in questo modo gli studenti possono sentire e usare la lingua il più possibile.

I libri sono pieni di domande. Ogni domanda serve per fare pratica di una parola, di un’espressione o di un argomento di grammatica. L’insegnante sta in piedi, e pone le domande a tutti gli studenti, uno alla volta. Nessuno sa mai quando l’insegnante gli farà la domanda, quindi tutti devono sempre stare concentrati. Quando uno studente finisce di rispondere a una domanda, l’insegnante inizia immediatamente a fare la domanda successiva.

Durante la lezione, l’insegnante parla rapidamente, quindi la domanda viene ripetuta due volte. In questo modo, si ha un’altra opportunità di ascoltare se non si è capito la prima volta.

L’insegnante dice quindi immediatamente l’inizio della risposta. Oltre che essere un forte stimolo, ciò aiuta bambini/ragazzi a parlare fin da subito in inglese. Ad esempio:

Insegnante: “Are there two chairs in this room? Are there two chairs in this room? No, there aren’t…”
Studente (immediatamente): “No, there aren’t two chairs in this room; there are twelve chairs in this room.”

una lezione tipica è di 50 minuti costituita di circa 35 minuti di parlato, 10 minuti di lettura e 5 minuti di dettato. La pratica di lettura e il dettato spesso sono al centro della lezione.

Non ci sono compiti da svolgere a casa, o comunque sono molto pochi, ma è molto importante che ogni studente corregga i suoi dettati rendendosi responsabile della propria attività.

Operatore: Matteo Salviato

Per prenotare clicca qui

Per saperne di più sul Metodo Callan (clicca qui)