home’s Cool: l’imprevisto genera la felicità!

Eravamo al parco: 1 tutor con 2 bambini per imparare tecniche di riflessologia plantare e nozioni di medicina tradizionale cinese.
Come al solito avevo con me un pallone per introdurre il gioco nell’attività di apprendimento; appena arrivati, sistemiamo la coperta sul prato e con visi gioiosi e grida festose, i ragazzi mi incitano a lanciare il pallone più in alto possibile.

Un pò per sfida, un pò per divertimento ci provo e…al primo tentativo il pallone finisce sull’albero; passo svariati minuti concentrandomi solo sulla “risoluzione del problema”, sulla “soluzione dell’imprevisto”.
Dimentico il gioco, il parco, il Sole, i bambini che ridono e saltano. L’attenzione è tutta su quel pallone bloccato a circa 10 metri da terra.
L’imprevisto stava assorbendo tutte le mie energie; in quel preciso istante guardando meglio i bambini noto che sono l’unico a non sorridere, a non essere contento e chiedo:

“Ragazzi ma vi state divertendo per il pallone sull’albero?!?”
“SIIIIIIIIIIII !!!!!!”

Cominciamo a lanciare sassi, rami, pezzi di fango, sperando che il vento si rafforzi scuotendo l’albero; solo quando ci allontaniamo dal pallone ( ci stacchiamo dal problema), troviamo lungo il cammino un enorme ramo di circa 10 metri (la soluzione perfetta, non una delle tante che ti avvilisce), con cui recuperiamo il pallone, tra risate e foglie che volano nei nostri capelli.

La lezione imparata è stata:
“Se ti concentri sull’imprevisto dandogli troppo peso ti perdi le gioie della Vita, che sono piccole ma estremamente potenti; se ti fossilizzi sul problema  non comprendi che può essere un’occasione per evolverti trovando la soluzione per uscirne”

L’imprevisto genera la felicità.
Sii imprevedibile, sii felice…come i bambini!